Carissimi Colleghi e non,
ho letto diversi commenti sia sull’articolo apparso su La Repubblica sia su quello pubblicato gentilmente da Roars e mi preme fare alcune precisazioni.
La prima: Commentare senza conoscere l’argomento, ritenendosi, tuttavia, al pari di chi la legge l’ha scritta, oltre che poco corretto è irrispettoso nei confronti di chi vi legge.
La seconda: Perchè dare interpretazioni personali fuori luogo che nulla hanno a che vedere con l’argomento in discussione?
I commenti da bar dello sport, dai quali si denota che tutti siamo Commissari Tecnici della Nazionale ed allenatori di ogni squadra di calcio, lasciateli al bar dello sport.
Il CIPUR ha per primo ed in solitudine affermato che la procedura dell’ ASN dovesse essere intesa come una “patente di guida” e che, nessuna patente ottenuta avrebbe dato il diritto automatico a vedersi consegnare le chiavi di una Ferrari.
Per chi volesse meglio informarsi, sul nostro sito- cipur.it, sono disponibili gli atti del primo Convegno Nazionale "Abilitazione Scientifica Nazionale: analisi della procedura, dei risultati e delle criticità, organizzato a Roma il 28 maggio 2014. Gli atti sono stati pubblicati e disponibili online, sempre sul nostro sito, in italiano ed in inglese.
Il Cipur ha per primo ed in totale solitudine affermato che sopprimere i Ricercatori a Tempo indeterminato per sostituirli con i Ricercatori a tempo determinato, potesse rappresentare un buon sistema d’accesso, poichè impediva di fatto che si entrasse ricercatori e, pur dimostrando di essere validi, lo si rimanesse a vita, e quasi sempre per voleri che travalicavano la meritocrazia del singolo.
La differenziazione in base a due tipologie di contratto a) e b) - badate bene con contratto subordinato - era ottimale solo per la tipologia b). Infatti, questo strano meccanismo di progressione di carriera, gestita da lobbies, con la legge 240/2010 si è spostata solo temporaneamente. Ovvero, se tu, Professore Ordinario, sei in grado di ottenere un posto per un ricercatore di tipo b, non hai bisogno di affannarti per il suo percorso futuro, tutto è già compreso nel pacchetto, con una procedura riservata ad personam. Ecco perchè ci è sembrato corretto che la stessa possibilità, offerta su un vassoio d’argento per la nuova figura, venisse riservata anche ai Ricercatori a tempo indeterminato - bada bene con contratto non subordinato - e ai Professori Associati, purchè Abilitati.
Quindi chi parla di “ope legis” o non sa minimamente di cosa stia parlando - apre la bocca o usa la mano per scrivere, dimenticando che occorrerebbe prima collegare il cervello - oppure, lo fa con dolo. Mi auguro, per il bene dell’accademia, che si tratti del primo esempio; in caso contrario abbiamo i soliti che pensando solo al proprio interesse dimenticano di far parte di una categoria. Ma noi siamo un sindacato e i nostri iscritti ci sono molto cari.
Quindi, sancito che l’ASN non da diritto a nessun posto di lavoro e che nessuna progressione di carriera è garantita, risulta chiaro che, se non fai parte di uno dei fortunati Ricercatori di tipo b, hai avuto tempo, grazie al CIPUR ( il comma 6 è stato inserito grazie al nostro intervento) di poter aspirare ad una progredire di carriera, sia se eri stato idoneato o se avevi o hai ottenuto l’ASN. Non abbiamo compreso le motivazioni per le quali la nostra richiesta, nel comma 6 fu inserita per un periodo limitato a sei anni. Economico o altro?
Con i ricorsi proposti, vogliamo abolire per tutti i docenti in servizio, siano essi a tempo determinato che indeterminato, il limite temporale e finanziario che blocca la possibilità di poter essere VALUTATO, non chiamato.
Miei cari detrattori, quando finalmente avrete inteso che di fronte alla legge si è tutti uguali e che le leggi dello Stato vanno scritte nel rispetto della Costituzione Italiana, forse riuscirete a comprendere che non sarebbe necessario ricorrere ai tribunali amministrativi per ottenere il giusto riconoscimento del proprio lavoro ma, semplicemente avere di fronte Commissari onesti, i quali leggano i lavori, leggano i Curricula e stilino un
giudizio consono con il profilo del candidato. Il concorso, se poi ci sarà, è cosa successiva. Ma anche in questo caso, non può essere cosa affidata ad umori e a dietrologie accademiche di gruppi più o meno forti. Abolire l’ASN e trasformarla in un’agenzia di certificazione nazionale è il nostro obiettivo. Non siamo così presuntuosi da essere certi che sia la strada migliore...discutiamone nell’interesse dell’Università Italiana.


Rosa Daniela Grembiale
Presidente Nazionale Coordinamento Intersedi Professori Universitari di Ruolo

 

   

 

CIPUR
Segreteria Nazionale – Via Tilli, 58 06127 Perugia
Tel 075.5008750 Fax 075.5008851 e-mail cipur@tin.i
t

|Inizio Pagina|         |Home Page|