|Home Page|



A Professori e Ricercatori delle Università italiane
Iscritti al CIPUR
Loro sedi e-mail



Oggetto: RITENUTA DA PARTE DELLE UNIVERSITÀ DEL 2,5% SULLA QUOTA DEL 80% DELLO STIPENDIO TABELLARE E SUL 48% DELL’INDENNITA’ INTEGRATIVA SPECIALE-PROPOSTA DI RICORSO


PREMESSA

La questione è nota; a tenore dell’art. 12, comma 10, D.L. 31/05/2010, n.78: “Con effetto sulle anzianità contributive maturate a decorrere dal 1° gennaio 2011, per i lavoratori alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato della pubblica amministrazione, come individuate dall'Istituto nazionale di statistica (ISTAT) ai sensi del comma 3 dell' articolo 1 della legge 31 dicembre 2009, n. 196, per i quali il computo dei trattamenti di fine servizio, comunque denominati, in riferimento alle predette anzianità contributive non è già regolato in base a quanto previsto dall'articolo 2120 del codice civile in materia di trattamento di fine rapporto, il computo dei predetti trattamenti di fine servizio si effettua secondo le regole di cui al citato articolo 2120 del codice civile, con applicazione dell'aliquota del 6,91 per cento.”
Le amministrazioni a fronte della nuova normativa sopra riportata hanno ritenuto di mantenere la precedente decurtazione del 2,5% sulle parti stipendiali in epigrafe. Come appare nei numerosi riscontri provocati dalle lettere di diffida che avevamo consigliato di inviare ai rettori, le amministrazioni non considerano la nuova normativa sostitutiva della precedente, bensì ad essa aggiuntiva.
Riteniamo del tutto scorretta tale interpretazione (sembra che da tempo le università più che applicare norme si dilettino in fantasiose interpretazioni che, per fortuna, il CIPUR in svariati casi è stato in grado di rintuzzare adeguatamente) e di conseguenza riteniamo utile ed opportuno proporre un grande ricorso finalizzato ALL’ELIMINAZIONE DELLA RITENUTA DEL 2,5% SULLE RICORDATE PARTI STIPENDIALI ED IL RIMBORSO DELLE SOMME INDEBITAMENTE SOTTRATTE ALLE NOSTRE RETRIBUZIONI.

Pertanto si propone il

RICORSO A-2012


RICORSO PER LA ELIMINAZIONE DELLA RITENUTA DA PARTE DELLE UNIVERSITÀ DEL 2,5% SULLA QUOTA DEL 80% DELLO STIPENDIO TABELLARE E SUL 48% DELL’INDENNITA’ INTEGRATIVA SPECIALE ED IL RIMBORSO DELLE SOMME INDEBITAMENTE PRELEVATE DALLE RETRIBUZIONI A FAR TEMPO DALL’1 gennaio 2011.


Tale ricorso riguarda i docenti (ordinari, associati, ricercatori) in servizio e che subiscono, successivamente all'1 gennaio 2011, la ritenuta del 2,5%.


I ricorsi saranno effettuati presso i vari TAR COMPETENTI PER TERRITORIO.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE AL RICORSO A-2012

Si procede per ora allo

STEP 1: ADESIONE DI MASSIMA

Consiste in una PRIMA ADESIONE DI MASSIMA AL PROCEDIMENTO PROPOSTO per individuare gli interessati al ricorso sede per sede e procedere alla determinazione di un contributo di adesione proporzionato.
A tal fine gli interessati devono fare pervenire ENTRO IL 15 settembre 2012 alla Segreteria Nazionale del CIPUR, tramite il FAX n. 075-5008851 o per e-mail indirizzata a cipur@tin.it, copia di un cedolino mensile successivo al 1° gennaio 2011 nel quale figuri la ritenuta previdenziale del 2,5% unitamente al loro indirizzo e-mail

Le comunicazioni successive saranno riservate a chi avrà dato la adesione di massima.
Per eventuali dettagli informativi rivolgersi alla SEGRETERIA NAZIONALE CIPUR, Via G. Tilli n. 58, tel. 075.5008750.

Cordiali saluti

Prof. Vittorio Mangione

 

 

 

 

 

 

 

 

CIPUR
Segreteria Nazionale – Via Tilli, 58 06127 Perugia
Tel 075.5008753.50 Fax 075.5008851 e-mail cipur@tin.i
t

|Inizio Pagina|         |Home Page|