Comunicato Congiunto CIPUR, GMI, ALS-Fattore 2°

Il CIPUR, Coordinamento Intersedi Professori Universitari di Ruolo, l’Associazione Giovani Medici per l’Italia  (GMI)  e  l’Associazione Liberi Specializzandi-Fattore 2A (ALS), dopo aver riscontrato che nel "Decreto Legge Rilancio" nessun provvedimento è stato previsto per risolvere definitivamente le annose problematiche che caratterizzano l’accesso alle Scuole di Medicina e Chirurgia prevedendo un maggior numero di posti rispetto a quello attuale; né ad impedire l'imbuto formativo che di fatto limita l’accesso ad una Scuola di Specializzazione, titolo obbligatorio per poter partecipare ad un concorso pubblico; considerata l'indifferenza di fronte alla qualità  formativa dei medici specialisti, invitano i Sig.ri Ministri, Prof. Gaetano Manfredi, On. Roberto Speranza ed il governo a risolvere in maniera definitiva quanto esposto senza limitarsi a  misure tampone legate all’emergenza pandemica da SARS-CoV2.
In particolare, per quanto concerne le Scuole di Specializzazione, il DL non prevede l'insediamento dell'Osservatorio Nazionale preposto al controllo della formazione specialistica, bensì saranno prorogati all’anno precedente "accreditamenti definiti o provvisori" di Scuole di Specializzazione, non sottoposti ad accurate revisioni. 
Le Associazioni dei Medici in Formazione Specialistica ritengono inaccettabile che, allo stato attuale delle cose, non sia ancora prevista una data certa per il concorso di Specializzazione del 2020, con modalità  di esecuzione ancor più sibilline, considerate anche le difficoltà  organizzative e pratiche legate alle misure sanitarie precauzionali che l'emergenza ancora in atto rende necessarie.
Altrettanto inaccettabile è il numero di borse di specializzazione proposte nel decreto, che conta solamente 4200 contratti aggiuntivi, quasi a voler schernire il Sistema Sanitario Nazionale ed i circa 23 mila candidati che sperano quest'anno di avere un futuro lavorativo. Un aumento così esiguo, infatti, oltre a non configurarsi come concreta soluzione all'imbuto formativo e alla carenza di Medici Specialisti lascia invariato il rapporto borse/candidati rispetto a quanto previsto per il 2019.
Non da ultimo, riteniamo che non sia utopia pensare ad un'alternativa a questo sistema ormai rivelatosi fallace.
Il CIPUR appoggia l’Associazione Giovani Medici per l'Italia e l'Associazione Liberi Specializzandi (ALS-Fattore 2A), che stanche dell'inveterarsi di questa criticità  e di assistere alla frustrazione dei giovani colleghi ed al collasso della Sanità  Pubblica, hanno elaborato una riforma che propone un logico ampliamento della rete formativa e la conseguente possibilità  di dare accesso a tutti i laureati in Medicina e Chirurgia ad un percorso formativo specialistico, definito e regolamentato.
Gli iscritti alle Associazioni chiedono ai Sig.ri Ministri, Ascolto, confronto, ma soprattutto chiedono un futuro certo.

 

Prof.ssa Rosa Daniela Grembiale
Presidente Nazionale CIPUR

Dott. Antonio Cucinella,
Presidente GMI
Dott. Luigi C. Leta
Vice Presidente GMI

Dott. Massimo Minerva
Presidente ALS
Dott. Giammaria Liuzzi



Per ulteriori informazioni e contatti: cipur@tin.it w.cipur.it
 Ufficio Stampa CIPUR: 3494440105

Segreteria Nazionale CIPUR : 0755008750

 

 

 

 

CIPUR
Segreteria Nazionale – Via Tilli, 58 06127 Perugia
Tel 075.5008750 e-mail cipur@tin.it
t

|Inizio Pagina|         |Home Page|